• La Lazio si arrende in gara 2: la finalista si decide alla "bella"
    La Lazio si arrende in gara 2: la finalista si decide alla

Servirà gara 3 per decidere la finalista tra Pescara e Lazio. Dopo il poker delle biancocelesti a Fiano Romano, è arrivato anche il poker delle abruzzesi al PalaRigopiano.

Il match, come previsto, è teso, equilibrato. Le due formazioni giocano in cerca del gol. Le abruzzesi provano a fare la partita, la Lazio controlla e non forza i ritmi per provare a gestire la situazione. Lo 0-0 non si schioda fino a cinque minuti dall’intervallo, quando sugli sviluppi di un palla inattiva, Xhaxho scodella in area e trova la deviazione di testa di Belli sotto porta. Nel secondo tempo il copione del match non cambia. Con il passare dei minuti la Lazio alza il baricentro ed inizia a farsi vedere con più pericolosità sotto porta. Grieco, Pinheiro e Barca ci provano dalla distanza, senza inquadrare la porta. Sul fronte opposto Mascia deve intervenire alla grande in un paio di occasioni per tenere in gara le sue compagne.

A metà frazione le biancocelesti vivono il loro momento migliore del match, ma un black out improvviso dell’impianto di illuminazione costringe gli arbitri a sospendere il gioco. La gara riparte dopo circa un quarto d’ora, minuti di attesa nei quali le ragazze di Chilelli perdono l’inerzia del match. Alla ripresa, infatti, il Pescara trova il raddoppio alla prima azione con Guidotti che riceve sola in area, supera Mascia ed insacca il 2-0. La Lazio non può più temporeggiare ed ha bisogno di una rete per tornare subito in scia delle abruzzesi. Mister Chilelli opta quindi per Siclari come portiere di movimento, la Lazio ci prova in un paio di occasioni, ma al 14’, proprio sfruttando la porta vuota, è Pescara a mettere dentro il tris che indirizza definitivamente le sfida. Barca e compagne continuano a spingere con il portiere di movimento, senza trova la via del gol. Nell’ultimo minuto Pescara arrotonda il punteggio con Ortega, che finalizza un contropiede, mettendo dentro il 4-0 finale con la porta biancoceleste sguarnita. La serie si porta quindi sull’1-1 e servirà la decisiva gara 3 per stabilire chi tra Pescara e Lazio accederà all’ultimo atto dei play off scudetto.

 

 

FUTSAL PESCARA FEMMINILE-LAZIO 4-0 (1-0 p.t.)

FUTSAL PESCARA FEMMINILE Sestari, Coppari, Belli, Borges, Xhaxho, Soldevilla, Jessika, Ortega, Guidotti, Boutimah, Rozo, Esposito All. Morgado

LAZIO Mascia, Barca, Beita, Marchese, Grieco, Siclari, Neka, Pinheiro, D'Angelo, Testoni, Di Marco, Umbro All. Chilelli

MARCATRICI: 14'33'' p.t. Belli (P), 10'41'' s.t. Guidotti (P), 14'31'' Belli (P), 19'05'' Ortega (P) AMMONITE: Boutimah (P), Pinheiro (L), Beita (L), Di Marco (L), Coppari (P), Ortega (P)

NOTE al 4'46'' del s.t. allontanato il tecnico Chilelli (L)

ARBITRI Antonio Marino (Agropoli), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia), Lorenzo Di Guilmi (Vasto) CRONO Dario Di Nicola (Pescara)

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.