• Si ferma il sogno play off: la Lazio cede di misura con il Cus Molise
    Si ferma il sogno play off: la Lazio cede di misura con il Cus Molise

Quindici secondi alla sirena, risultato inchiodato sull’1-1. Tiziano Chilelli carica il mancino e lascia partire una botta impararabile. La palla si stampa contro il palo interno e torna fuori. In questo fotogramma è racchiusa tutta la stagione della Lazio. Un anno caratterizzato da episodi sfortunati che, misti ad alcuni errori in campo, hanno impedito ai biancocelesti di strappare il pass per i play off. Eppure, la vittoria di Benevento aveva ridato speranza. Due vittorie, associate alla vittoria dell’Active Network, infatti, avrebbero garantito il quinto posto alla Lazio. I ragazzi di Rinaldi giocano un match maturo, fatto di concentrazione e testa, senza lasciarsi condizionare da alcun fattore emotivo. La Lazio parte bene crea subito diverse occasioni con Biscossi, Pezzin e Capponi. I giocatori laziali peccano di precisione, anche se determinante in diverse circostanze è anche il portiere ospite Vinicius, che risulterà il migliore in campo. Il Molise si chiude ed è tutto una bella conclusione di Barrichello che centra in pieno il palo. Al 16’ la Lazio ristabilisce la parità nei legni con la rasoiata di Biscossi, deviata contro il palo da Vinicius. Nella ripresa la Lazio cerca il gol. Al 3’ Di Stefano, già ammonito, abbatte Biscossi e rimedia il secondo giallo. Con l’uomo in più la Lazio rischia grosso sul contropiede di Barrichello, quindi sfiora ripetutamente il vantaggio e colpisce anche una traversa. Al 9’ arriva il gol. Errore del Molise che regala per un retropassaggio vietato, una punizione di seconda dal limite. Flores tocca per Biscossi che scarica in porta l’1-0. Molise risponde con Moraes, la Lazio con Lupi. A 5’ dalla sirena il Cus schiera il portiere di movimento, sfiora il pareggio con Luquinhas e lo trova un minuti più tardi sempre con il numero 12, che ribadisce in rete una respinta della difesa biancoceleste. La Lazio risponde subito con il portiere di movimento fino all’occasione più ghiotta con il palo di Chilelli. La palla arriva poi a Vinicius che con il rinvio centra la porta vuota per il 2-1 Molise a otto secondi dal suono della sirena.

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.